venerdì 4 agosto 2017

MIGHTY FM 8x22 - VODAFONE PAREDES DE COURA 2017


L'ottava stagione di MIGHTY FM giunge davvero alla fine e si conclude con la presentazione di un festival a cui siamo entusiast* di poter finalmente partecipare: il Vodafone Paredes de Coura, giunto al traguardo della 25ma edizione. La storia è semplice: nel 1993 un gruppo di amici di un paesino di diecimila abitanti scarsi nella regione dell'Alto Minho, Portogallo del nord al confine con la Galizia, decidono di mettere su una giornata di concerti sulla riva del fiume Coura. Dopo 24 anni Paredes de Coura è diventato uno dei principali festival estivi della penisola iberica spesso nominato agli Europe Festival Awards nelle categorie di Miglior Festival di Grandi Dimensioni e Festival Preferito dagli Artisti. Il cuore di tutto è la Spiaggia Fluviale del Taboão, un anfiteatro naturale per i concerti e una grande area campeggio attraversata - ovviamente - dal fiume, uno dei protagonisti principali del festival. Che nel corso degli anni ha saputo intuire tendenze, osare con nuove sonorità, scoprire talenti e consacrare grandi nomi. L'edizione del 2017 che si svolge dal 16 al 19 agosto fa tesoro dell'esperienza e soprattutto dell'indipendenza al di là dei grandi sponsor (Vodafone dal 2013 ma in passato anche Edp - l'Enel portoghese) migliorando servizi, sicurezza, offerta e varietà musicale, progetti paralleli legati alla lettura e alla scrittura, workshop di formazione musicale, secret concerts nei luoghi più impensati (una vecchia segheria, una fabbrica di scarpe, una caserma dei pompieri o la casa di una coppia di ottantenni...). Be', ça va sans dire che Mighty Fm 'endorsa' spassionatamente Paredes de Coura perché: si svolge in un luogo naturisticamente eccezionale facilmente raggiungibile dai grandi centri dell'area (Vigo, Porto), ha un cartellone internazionale di sicura attrattiva per chi ama la musica indie e l'alt-rock in generale (senza trascurare le band locali - tante e di ottimo livello) e...ha dei prezzi che sono ancora concorrenziali anche per noi italioti! Quindi, se vi capita di essere in zona dopo Ferragosto fateci un pensierino, altrimenti...iniziate a programmare per l'anno prossimo! Con Kate Tempest, The Wedding Present, Beak>, Future Islands, At the Drive-In, You Can't Win, Charlie Brown, Nick Murphy (Chet Faker), King Krule, Nothing, Sunflower Bean, Timber Timbre, Marvin & Guy, Roosevelt, Octa Push, Cave Story, Andy Shauf, Moon Duo, Bruno Pernadas, Young Fathers, Beach House, Alex Cameron, White Haus, Toulouse, Ty Segall, Foxygen, Benjamin Clementine e Foals. E anche se non li ascoltiamo ci saranno anche Japandroids, Car Seat Headrest, Red Axes, Jambinai, Badbadnotgood, per dire...)

giovedì 27 luglio 2017

MIGHTY FM 8x21 - HOME FESTIVAL 2017, Treviso


No, MIGHTY FM non va ancora in vacanza! Dopo Torino ritorniamo nel prosperoso e laborioso Nord-Est per un mega-evento che sembra crescere ogni anno in modo esponenziale: l'HOME FESTIVAL di Treviso! Dopo le prime edizioni concentrate sul panorama italiano, la line-up del 2017 vede la partecipazione di sempre più artisti internazionali affiancati dalle realtà più solide della produzione musicale nostrana - cantautorato, rock, elettronica, hip hop -, e da un numero vastissimo di piccole band e progetti che tutti insieme raggiungono quota 90. L'idea si ispira ai più grandi happening del mondo (Coachella, Glastonbury, Sziget), dove attorno alla principale attrattiva dell'evento musicale si costruisce un'esperienza totalmente immersiva; un universo che possa accogliere appassionati dei generi più diversi dall'età più diversa, un posto che - banalmente ma poi neanche tanto - si possa chiamare CASA. Da mercoledì 30 agosto a domenica 3 settembre otto palchi, mostre d'arte, luna park, punti di ristorazione, produzioni handmade, area sport, associazioni a carattere etico e sociale disposti sui quasi 100mila metri quadrati della Zona Dogana, a poca distanza dall'aeroporto di Treviso. Nato nel 2010 per volontà di Amedeo Lombardi (con cui abbiamo fatto una lunga chiacchierata che ascolteremo in pillole), l'HOME Festival arriva alla sesta edizione con molti riconoscimenti e una struttura consolidata attraverso rapporti sinergici con le realtà imprenditoriali e amministrative locali. Sostenibilità e convivialità sono le parole d'ordine: riciclaggio dei rifiuti, acqua gratuita, campeggio, aree camper senza dimenticare il fattore ormai cruciale della sicurezza. E la musica? Tra le decine e decine di nomi in cartellone MIGHTY FM non può che fare una selezione in base ai propri gusti e simpatie e quindi: I'm Not a Blonde, Vettori, Christaux, Wrongonyou, BIRTHH, Pop X, Godblesscomputers, Mudimbi, Clap! Clap!, Le luci della centrale elettrica, M+A (no, hanno appena cancellato), The Horrors, Levante, Booka Shade, Afterhours, Soulwax, The Charlatans, The Bloody Beetroots, Moderat, London Grammar, Justice, The Libertines, Liam Gallagher e Duran Duran!!

giovedì 20 luglio 2017

MIGHTY FM 8x20 - TODAYS FESTIVAL 2017, Torino


MIGHTY FM passa all'altro estremo dell'arco alpino per parlare del TODAYS FESTIVAL che si svolgerà a Torino il 25-26-27 agosto. Dopo la fine della più che decennale esperienza del Traffic la città, pioniera nella creazione di modelli innovativi di fruizione culturale, ha immediatamente individuato risorse umane e logistiche per creare un altro evento musicale estivo. Un festival che rappresenti la contemporaneità del panorama indie/alt-rock internazionale e che valorizzi le nuove specificità italiane e torinesi senza tralasciare la componente del clubbing, naturale conclusione di ogni serata :) Come tipico delle rassegne 'urbane', diversi sono i luoghi e i palchi del festival, tutti nella stessa zona del quartiere Barriera. Si va dallo sPAZIO211 sede dei concerti principali (e unico ingresso a pagamento!), alla Ex Fabbrica INCET riservata alla scena elettronica, tra dj set e performance live; dalla Galleria d'arte Gagliardi e Domke - installazioni, presentazioni, mostre - al Parco Peccei alla Piscina Sempione, sede del pool party della domenica pomeriggio. Una manifestazione culturale a tutto tondo che prevede anche un tour in bicicletta e la possibilità di ascoltare parte della programmazione in altri quartieri attraverso cuffie wireless! E se per molti la fine d'agosto vedrà le ferie estive come un ricordo, il TODAYS FESTIVAL renderà tutto più sopportabile! Con Birthh, Giovanni Truppi, PJ Harvey, Mac DeMarco, Max Cooper, Wrongonyou, Giorgio Poi, Perfume Genius (<3), Richard Ashcroft, Mono Junk, Boston 168, Terence Fixmer, Karenn (Blawan & Pariah), Pop X, Andrea Laszlo De Simone, Gomma, Timber Timbre, The Shins & Band of Horses... Cerea!

mercoledì 5 luglio 2017

MIGHTY FM 8x19 - SEXTO 'NPLUGGED 2017



MIGHTY FM torna in onda in tempo per presentare la dodicesima edizione di SEXTO 'NPLUGGED! Per chi ancora non la conoscesse, si tratta di una rassegna di concerti che si svolge da 12 anni - generalmente nel mese di luglio - nel ridente paesino di Sesto al Reghena (PN). Complice lo spazio magico di Piazza Castello e del complesso abbaziale, un teatro naturale che rende veramente suggestiva qualsiasi esibizione, Sexto 'Nplugged è frutto della volontà e degli sforzi (tuttora completamente gratuiti) di un gruppo di appassionati che negli anni hanno saputo consolidarne la reputazione. Ogni anno i nomi in cartellone riflettono il manifesto dell'evento: raffinatezza e sperimentazione. Non sorprende dunque leggere i nomi di musicisti-compositori sintesi di classicismo e contemporaneità, gruppi pop che uniscono conservatorio e dancefloor, cantautori con uno stile personale perfezionato nel tempo. Ascolteremo quindi tutti gli artisti partecipanti alla rassegna insieme all'annuale chiacchierata telefonica con uno degli organizzatori Daniele Terzariol. Con Mark Lanegan Band, Dillon, Austra, Air, Benjamin Clementine, TACDMY (The Academy) e Trentemøller!

giovedì 1 giugno 2017

MIGHTY FM 8x18 - PERFUME GENIUS "no shape"

E' con estremo piacere e un po' d'affanno che MIGHTY FM dedica una delle sue monografie ad un Artista che abbiamo sempre seguito ed amato fin dal primo disco di esordio nel 2010. PERFUME GENIUS è Mike Hadreas, pseudonimo scelto quasi a caso al momento della creazione di una pagina su Myspace, quando pubblicare le sue canzoni era più una questione terapeutica che di marketing. Gay ma soprattutto molto effemminato - cosa che spesso non viene 'perdonata' neanche all'interno delle comunità omosessuali -, per Mike la musica diventa la ricerca di senso e guarigione (meaning & healing) dopo anni di violenza etero e auto-inflitta. Vittima di bullismo e aggressioni nell'adolescenza, scappa da Seattle a New York dove il sogno di fare il pittore si trasforma presto in realtà di alcolismo e tossicodipendenza. Poi il ritorno a casa della madre, l'incontro col compagno Alan Wyffels, la scoperta da parte della Matador e 4 album. "No Shape" sembrerebbe dunque un titolo strano per un musicista la cui vita personale e artistica sembra aver acquisito ordine, sicurezza e riconoscimento di pubblico e critica. Un compagno, una casa, un cane, una carriera. E sebbene questo nuovo album appaia come la celebrazione di tutto ciò (dopo due dischi di elaborazione dei traumi subiti e un terzo provocatorio e pieno di rabbia), la volontà di non avere forma è nella musica svincolata da schemi e stili e nei testi che esprimono ancora l'inquietudine, il perdurante disagio nel rapporto col corpo e i suoi malfunzionamenti. Certo, non c'è mai stato un pezzo tanto pop e vivace come il singolo "Slip Away" ma altrove anche le dichiarazioni di amore e di abbandono totale sono turbate da incredulità e metafore di morte. Mai così realizzato, mai così coraggioso, "No Shape" è un traguardo importantissimo per Mike Hadreas. Che presto si rivelerà essere solo un'altra tappa del suo continuo viaggio. Con PJ Harvey, ANOHNI, Talk Talk, Cat Le Bon, Kate Bush, Christine and the Queens, Sade, Weyes Blood e...Enya.

venerdì 12 maggio 2017

MIGHTY FM 8x17 - SPRING ATTITUDE FESTIVAL 25-27 maggio 2017, ROMA


Abbiamo già detto di come MIGHTY FM a un certo punto della sua programmazione stagionale cominci a seguire degli appuntamenti fissi. L’abbiamo fatto le settimane scorse col Primavera Sound Festival di Porto in tempo utile, si spera, per invogliare qualcuno ad andarci ed ora continuiamo con un evento a cui partecipiamo dal 2014, lo SPRING ATTITUDE FESTIVAL di Roma. Più vicina nel tempo e nello spazio, la rassegna si svolgerà come sempre alla fine di maggio e specificatamente da giovedì 25 a sabato 27. Giunto a tre giornate già da due edizioni, lo Spring Attitude Festival si conferma come un appuntamento prelibato per gli appassionati non solo di musica elettronica ma anche di speciali live audio/video e performance/installazioni che esaltano le potenzialità del digitale. Grandi nomi di comprovato successo si affiancano a quelli più promettenti del momento senza dimenticare le frange più sperimentali e soprattutto dando spazio a tante realtà italiane, che siano musicisti, collettivi di video-artisti o dj. Come spesso accade ogni edizione presenta delle piccole novità: quella di quest’anno (e a nostro avviso benvenuta) è l’ulteriore ‘radicamento residenziale’, per così dire. Se il 2016 aveva visto il passaggio da MACRO/Pelanda a MAXXI/Ex Caserme Guido Reni mantenendo però la serata di punta del sabato allo Spazio900, quest’anno tutte le serate avranno luogo nel raggio di pochi comodi metri. Si parte giovedì 25 dal meraviglioso spazio del Museo per le Arti del XXI Secolo (Lobby, Auditorium e Piazzale) per poi attraversare la strada e perdersi nei meandri dell’ora ribattezzato Guido Reni District che, tra viali capannoni e radure, conterrà i due palchi principali (Jäger e RBMA) a cui domenica pomeriggio si aggiungerà il Jungle stage all’aperto. Ah, dimenticavamo gli artisti…
Con Jenny Hval (❤), Huerco S., Max Cooper, Radian, Grischa Lichtenberger, Moscoman, IISO, Nite Jewel, Suuns, Forest Swords, Nathan Fake, Bonzai, Jon Hopkins, Tommy Genesis, Powell, Lady Leshurr, Wrongonyou, Chassol, Drink to Me, Yussef Kamaal, Sailor & I, Romare, Nan Kolè e Clap! Clap!
Applausi!

venerdì 28 aprile 2017

MIGHTY FM 8x16 - NOS Primavera Sound Festival, Porto - Seconda Parte


Dopo la prima parte di due settimane fa, procediamo dunque a rivelare, raccontare e soprattutto ascoltare chi si esibirà quest'anno al NOS PRIMAVERA SOUND FESTIVAL di Porto, versione ridotta e più 'polleggiata' del mastodontico evento barcellonese. Con un programma che per la prima volta si differenzia leggermente da quello catalano anche per i grandi nomi, il NOS andrà in scena il weekend successivo, l'8-9-10 giugno come sempre nella cornice bucolica del Paque da Cidade. Abbiamo già parlato di chi vedremo suonare nella prima e più rilassante giornata, dove sui due palchi principali si alterneranno 'solo' otto artisti (punte di diamante Justice e Run the Jewels). Abbiamo anche ascoltato la stragrande maggioranza delle band del venerdì lasciandone fuori solo tre, ed è da lì che riprenderemo per scivolare poi nell'ultima giornata che speriamo sempre sia senza pioggia! Con Swans, Teenage Fanclub, Whitney, Against Me!, Aphex Twin, Bicep, The Black Angels, Death Grips, Elza Soares, Evols, The Growlers, Japandroids, Lady Wray, Make Up, Metronomy, Mitski, Núria Graham, Operators, Sampha, Tycho, Wand, Weyes Blood. Più gli altri due nomi italiani scelti per apparire allo showcase del Primavera Pro, Shijo X e Wrongonyou, ma meno gli Shellac...per principio! In collaborazione con Sfera Cubica e A Buzz Supreme.

sabato 22 aprile 2017

MIGHTY FM 8x15 - JENS LEKMAN "life will see you now"


Eccezionalmente di sabato pomeriggio causa delay pasqualino, MIGHTY FM torna in diretta in gioiosa attesa del concerto di JENS LEKMAN in arrivo nella nostra città per presentare il nuovo album, "Life Will See You Now". Dopo quasi 5 anni di silenzio discografico, il cantautore svedese che abbiamo iniziato ad amare 'quando l'indie era indie', supera le secche della delusione amorosa e di una certa aridità creativa regalandoci un disco pieno di ritmo e leggerezza, di vignette narrate con acume, umorismo e sensibilità da grande storyteller: un disco di canzoni squisitamente pop. Un disco liberatorio dunque, e sarà proprio nella serata del 25 aprile al Locomotiv Club che potremo concludere in bellezza anche la nostra giornata della Liberazione :) Nativo di un sobborgo di edilizia popolare alla periferia di Göteborg - fulgido esempio della socialdemocrazia svedese, Jens si avvicina alla musica da adolescente rivelando un talento estremamente prolifico: tra CD-R autoprodotti e fraintendimenti identitari, il primo album del 2004 "When I Said I Wanted to Be Your Dog" riscuote un buon successo in Europa e negli USA anche grazie al biglietto da visita della Secretly Canadian, etichetta che si era già distinta per la qualità dei suoi artisti, da Songs : Ohia a Scout Niblett. Da lì una costante produzione punteggiata di ep, live e altri due album fino ad una pausa di riflessione nel 2014 quando il nuovo disco appena ultimato venne cestinato. Sentendo di aver quasi 'gettato la spugna' Jens ha rimesso in discussione tutto il processo creativo attraverso progetti quali Postcards e Ghostwriting ed eccoci qua a goderne i frutti: "Life Will See You Now", un lavoro che torna alle ragioni del fare musica con rinnovato entusiasmo e uno sguardo quasi pacificato sui dolori del cuore che tanto bene sa cantare. Con José Gonzàlez, The Radio Dept., Tracey Thorn, El Perro del Mar, The Magnetic Fields, The Lucksmiths, Belle and Sebastian, Shout Out Louds, Arthur Russell, I'm from Barcelona, Architecture in Helsinki e Margherita Vicario.

mercoledì 12 aprile 2017

MIGHTY FM 8x14 - NOS Primavera Sound Festival, Porto - Prima Parte


MIGHTY FM ha un ritmo annuale il quale prevede che a un certo punto parta un calendario festivaliero da cui non sgarra mai (o quasi, vedi il mancato appuntamento con Elita ma vabbè...) e dunque, con un anticipo ragionevole per dare tempo agli indecisi e per dare tutte le informazioni finora disponibili a chi ha già il biglietto in tasca, ecco che arriva la prima parte dello speciale sul NOS Primavera Sound Festival che si svolgerà a Porto dall'8 al 10 giugno prossimi venturi. Come i nostri ascoltatori ben sanno, il fratello minore del mega-evento barcellonese -che ha luogo la settimana prima -, è diventato tappa fissa per MIGHTY FM a partire dalla sua seconda edizione nel 2013. Quella che avrà luogo lungo le vallate e colline del Parque da Cidade con vista sull'oceano di Matosinhos sarà quindi la sesta: un'età, quella dei 6 anni, in cui si acquista più indipendenza ed autonomia ed infatti per la prima volta ci sono differenze rilevanti rispetto al cartellone catalano. Se finora il principio base era che tutti gli artisti che si esibiscono a Porto suonano anche a Barcellona tranne qualche band portoghese in rappresentanza dell'enorme fermento musicale lusitano, quest'anno c'è qualche eccezione riguardante nomi internazionali come Justice, Julien Baker, Richie Hawtin e Mano Le Tough che appunto parteciperanno solo al NOS di Porto. C'è anche da dire che molti dei nomi di Barcellona non ci sono perché vengono contesi e ripartiti tra altri grandi festival portoghesi - Super Bock Super Rock, NOS Alive e Vodafone Paredes de Coura - così perlomeno il pubblico locale (e a volte anche noi che quest'anno andremo anche a Coura) potrà recuperare altrove i grandi assenti. In questa nostra prima puntata dunque daremo queste e tante altre notizie più o meno interessanti ascoltando metà cartellone ed anche qualche nome nostrano tra quelli selezionati al prestigioso Primavera Pro, showcase di band emergenti dedicato agli addetti ai lavori dell'industria musicale che si svolgerà in contemporanea al Primavera di Barcellona. Con Samuel Úria, Cigarettes After Sex, Rodrigo Leão & Scott Matthew, Grandaddy, Flying Lotus, Miguel, Run the Jewels, Justice, First Breath After Coma, Cymbal Eat Guitar, Angel Olsen, Julien Baker, Jeremy Jay, Bon Iver, Nikki Lane, Hamilton Leithauser, King Gizzard & The Lizard Wizard, Mano Le Tough, Nicolas Jaar, Pond, Royal Trux, Skepta, Sleaford Mods, Persian Pelican e...IOSONOUNCANE. In collaborazione con Sfera Cubica e A Buzz Supreme.

mercoledì 22 marzo 2017

MIGHTY FM 8x13 - SOULWAX "from dewee"


La progressiva commistione tra indie/alt-rock ed elettronica/clubbing è un processo che abbiamo vissuto in prima persona e abbracciato con entusiasmo, un'evoluzione musicale esaltante di cui i SOULWAX sono stati i principali artefici. I fratelli Stephen e David Dewaele, belghi fiamminghi di Gand/Gent/Ghent (iper)attivi dal 1995, hanno presto scoperto la passione per la manipolazione dei suoni elevando la categoria del 'remix' a livelli inediti: il loro marchio di fabbrica ha trasformato pezzi indie-rock in cosiddetti 'dancefloor anthems', meglio se suonati da loro stessi come 2manydjs. Coinvolti in decine di progetti diversi, i Dewaele Bros. hanno dedicato gran parte dei loro sforzi nel creare DEEWEE: "un edificio, uno studio, un'etichetta, una collezione di dischi e una casa editrice". Uno spazio che ospita 60.000 vinili e un numero incalcolabile di strumenti e apparecchiature musicali (molti dei quali rarissimi), una casa per i musicisti ospiti, un piccolo museo. Perciò un album di materiale originale a 13 anni di distanza da "Any Minute Now" (se si esclude la colonna sonora per "Belgica" dell'anno scorso) non poteva che chiamarsi "FROM DEEWEE"; sicuramente un evento non solo in sé ma per il concetto alla base del disco e la sua magistrale esecuzione. I Soulwax si sono sempre distinti per un grande senso dell'umorismo e per una vena di follia che li ha portati a realizzare un'impresa tecnicamente incredibile: dopo un tour nel in cui la nuova band - incentrata su tre batteristi - ha rodato il nuovo materiale, dopo prove su prove e una pianificazione certosina, il 7 febbraio scorso tutti pezzi sono stati suonati in un'unica esecuzione continua la cui registrazione è diventata il disco...'buona la prima' insomma! Mixato e completato a tempo di record "FROM DEWEE" uscirà il 24 marzo e verrà immediatamente 'portato' on the road in un tour europeo che parte il 29 marzo proprio dai Magazzini Generali di Milano. Ascolteremo quindi il nuovo album cercando di raccontare l'intensa carriera dei fratelli Dewaele con la loro produzione precedente, i più famosi 'Soulwax remix' per quasi 2 ore di musica! Con Kylie Minogue, Ladytron, LCD Soundsystem, MGMT, Gossip, Klaxons, Hot Chip, Die Verboten, Gorillaz, Kursat 9000, Erasmus, Warpaint e Chloë Sevigny. Un ringraziamento speciale a Spin-Go! e Club Nation.

mercoledì 8 marzo 2017

MIGHTY FM 8x12 - LISBOA DANCE FESTIVAL 10-11 marzo, Lisbona


MIGHTY FM torna nella capitale lusitana per un assaggio di primavera e, giusto per non farsi scappare niente, assomma a tutte le possibili gradevoli attività locali anche una delle sue preferite: assistere a un festival musicale! Il LISBOA DANCE FESTIVAL seconda edizione si svolgerà venerdì 10 e sabato 11 marzo presso LX FACTORY, punto di riferimento della cultura urbana della città. Questa'area nel quartiere di Alcântara (sotto il ponte rosso, per capirci :)) fu scelta a metà dell'800 per costruirvi un grande stabilimento sede di industrie tessili e tipografiche. Dopo un periodo di abbandono, lo spazio è stato trasformato in una isola creativa occupata da piccole imprese e professionisti della moda, pubblicità, comunicazione, multimedia, arte, architettura, musica ecc. generando una realtà molto dinamica in continuo mutamento ed arricchimento, che spinge moltissimi visitatori a riscoprire questa zona della città. Una fabbrica di esperienza dove è possibile intervenire, pensare, produrre, presentare idee e prodotti in un luogo che è di tutti e per tutti. Perciò risulta naturale pensare LX Factory come casa per il Lisboa Dance Festival, la cui programmazione quest'anno è curata da Branko e Moullinex. Il primo (già visto al Vodafone Mexefest) è l'anima dei Buraka Som Sistema - espressione musicale del melting pot razziale delle periferie, il secondo produttore e dj remixer discopop. Dove Branko rappresenta l'emisfero sud, l'afro-brazil che sta conquistando anche tanti producer di casa nostra, e Moullinex rappresenta la cultura musicale più occidentale e patinata, se vogliamo. Alla base del progetto c'è un concetto progressista in cui i linguaggi moderni della musica elettronica (House, Techno, Afro) si fondono con la Disco e l'Hip Hop, unendosi per lanciare un nuovo format di festival corredato da dibattiti, workshop e un'area market che esprimano la molteplicità della cultura urbana contemporanea. Tra ospiti invitati dai curatori - tra cui anche il 'nostro' Clap! Clap! - e grandi nomi del clubbing contemporaneo ascolteremo Hercules & Love Affair, Marcel Dettman, Mount Kimbie, George FitzGerald, Jessy Lanza, Hunee, TOKiMONSTA, Mai Kino, Holy Nothing, LINCE, Clap! Clap! e ovviamente Branko & Moullinex.

mercoledì 22 febbraio 2017

MIGHTY FM 8x11 - FUFANU "sports"


Islanda terra di ghiaccio, vulcani e musicisti. Sarà per combattere il freddo e il buio che tanta parte della popolazione decide di fare musica invece che soccombere all'alcolismo? Be', dopo Björk, Mùm, Sigur Ròs e tanti altri bei nomi generalmente legati alla scena elettronica, i FUFANU sono una ventata di aria fresca (...), non tanto per l'originalità della loro proposta ma per il genere: un post-punk bello solido, venato di dark e impreziosito di synth ma non estraneo a ritornelli accattivanti e a ritmi reminiscenti del Britpop come del punk-funk Nato come oscuro progetto techno col nome di Captain Fufanu, il sodalizio tra Kaktus (figlio di Einar Örn dei Sugarcubes e tecnico/trombettista per Damon Albarn) e Guðlaugur detto Gulli è evoluto naturalmente in una band il cui guitar sound doveva per forza richiedere un batterista umano: il duo diventa un trio con Erling Bang e perde un pezzo di nome. Dopo un ep e un primo album - "Few More Days to Go"- uscito a fine 2015, i FUFANU battono il ferro finché è caldo e già dopo l'estate presentano "Sports", title-track dell'album appena pubblicato e prodotto da Nick Zinner degli Yeah Yeah Yeahs. Il suono grezzo dell'inizio è più pulito, la ritmica e gli inserti elettronici precisi ed efficaci, le chitarre serrate. Echi di Joy Divisio n e Krautrock per storie a volte cupe e a volte ordinarie in una città come Reykjavik che alla fine è grande come Ferrara :) Insomma qui a MIGHTY FM "Sports" (dalla BMX all'atletica) va in heavy rotation a volume sostenuto da giorni e giorni fornendo la colonna sonora ideale per uscire dal letargo invernale. Con DIIV, Preoccupations, Colder, Damon Albarn, Captain Fufanu, Ghostigital, The Velvet Underground, Django Django e Killing Joke. Un ringraziamento speciale a Ja.La Media Activities.

mercoledì 8 febbraio 2017

MIGHTY FM 8x10 - AUSTRA "future politics"


E' con grande entusiasmo che dedichiamo la nostra nuova monografia a(gli) AUSTRA, creatura di Katie Stelmanis, canadese di origine lettone (e anche un po' italiana) e al nuovissimo album "Future Politics". A 10 anni già nel Canadian Children's Opera Chorus, ossessionata dalla musica classica fino al college, Katie a 19 anni fonda una prima band con Maya Postepski che viene prontamente 'richiamata' nel momento in cui la sua carriera solista assume l'identità di Austra, dea lettone della luce nonché suo secondo nome di battesimo. L'acclamato esordio del 2011 - "Feel It Break" - fondeva l'impostazione vocale lirica con un electropop marziale, dando vita a hit irresistibili come 'Beat and the Pulse' e 'Lose It'. Dopo "Olympia" del 2013, ispirato a sonorità house old school, il nuovo "Future Politics" è un manifesto politico, una chiamata alle armi di cuori e cervelli affinché si possa immaginare e realizzare un futuro alternativo. Sebbene la band sia diventata saldamente un trio col il bassista Dorian Wolf (a cui si aggiunge dal vivo il meraviglioso tastierista-ballerino Ryan Wonsiak), scrittura e registrazione del disco sono state opera solitaria di Katie Stelmanis, influenzate soprattutto dall'aver vissuto a Città del Messico, città di enormi contrasti e innumerevoli stimoli anche musicali. Una sorta di techno organica dove la sperimentazione vocale sottolinea la ricerca di qualcosa che, non esistendo ancora per definizione, può essere tutto quello che vogliamo. Una politica del futuro anti-capitalistica/sessista/omofoba/razzista, ambientalista, dove lo sviluppo tecnologico non sia unicamente orientato al profitto. Un mondo senza confini. E che coincidenza che l'album sia uscito il giorno dell'insediamento del nuovo presidente USA... Slogan ingenui ed utopistici (non a caso "Utopia" è il primo singolo), semplici inni da dancefloor privi di efficacia reale? Pensatela come volete ma, come si dice, "If I can't dance it's not my revolution"! Con Princess Century, Crystal Castles, Vitalic, Massive Attack, Katie Stelmanis, ANOHNI, Chancha Via Circuito, Planningtorock, Tasseomancy e...Giacomo Puccini.

mercoledì 25 gennaio 2017

MIGHTY FM 8x09 - MITSKI "puberty 2"


Il 2017 di MIGHTY FM si apre con un disco apparso agli sgoccioli della scorsa stagione radiofonica, quando festival e vacanze avevano già interrotto la nostra avida ricerca di novità musicali. Col senno di poi però possiamo dire che non c'è momento migliore per parlare di "Puberty 2" perché possiamo farlo alla luce dell'ottima performance dell'album testimoniata dalle classifiche di fine anno, e in prospettiva dell'altrettanto ottima performance live che ci aspettiamo dalla sua creatrice - MITSKI - nella sua unica data italiana il 24 febbraio al Covo Club di Bologna. Mitski Miyawaki, americana di madre giapponese, cresce in una decina di paesi diversi (tra cui Congo, Malesia, Cina, Turchia) fino a quando la famiglia si stabilisce a New York. Ed è proprio lo sradicamento negli anni dell'infanzia, la distanza tra un''americanità' ideale e la realtà, l'essere un'outsider che cerca di ambientarsi che hanno informato da sempre le sue canzoni. Temi espressi in modo ancora più lucido e feroce in "Puberty 2", quarto album in 5 anni dopo due lavori prodotti nell'ambito degli studi di composizione al SUNY College ed un terzo notato e apprezzato dalla stampa musicale USA. Tra ballate delicate e schitarrate grunge il suono è più corposo, le melodie irresistibili. Riconoscibili sono i riferimenti musicali, dichiarati (Pixies) e inconsapevoli (St. Vincent), così come i fraseggi à la Moz, perfetti nella forma e nel contenuto per esprimere spietata autocommiserazione e altrui miserie. Vivremo così una seconda pubertà con le sue euforie e tragedie insieme ad altre femmine ammericane con la chitarra che ci piacciono tanto. Con Angel Olsen, Julien Baker, Sharon Van Etten, Big Thief, Lucy Dacus, Frankie Cosmos, Torres, Cherry Glazerr, Adult Mom...perché la tristezza è un diritto! (E Weezer!)